chiudi

Roma

Adottami subito
cani, Roma
Data di nascita: 2013
Sesso: Femmina
Sono Ulmino dal: 04-07-2015
Razza: Meticcio
Mantello: Fulvo petto bianco
Carattere: Mattacchiona
Taglia: Media
Adottato da: Stefania S. (dal 2015)
Adottabile: A distanza

Neanche al lavoro si può stare tranquilli... Telefonata: "buongiorno scusi è lei che si occupa di cani?" "... Mugugno irriproducibile..." "Una cagnetta randagia ha partorito in una legnaia" "Quanti sono?" "Saranno sei o sette..." E che fai??? Ovviamente molli tutto e parti. Arrivi lì e trovi sette batuffoli, affamati come la madre, lei paurosissima, rifugiati sotto la catasta di legna... Cominci ad andare da loro tutti i giorni per farti conoscere e nel frattempo inventare una soluzione, ma dopo pochi giorni inizia la fiera: chi vuole prenderne uno (non arrivano a due mesi...), chi ne prenota un altro per tenerlo in giardino legato, e via così. Non c'è tempo. Il 19 marzo arriva quel "brivido" che ti fa capire che è il momento: o la và o la spacca. E "la và". Lei, fino a quel momento inavvicinabile, corre nel prato immenso e a un certo punto si siede, ferma, come ad aspettarmi. Mi avvicino e lei non si muove, fino a farsi avvolgere dal mio abbraccio e portare via. Carico tutti e li porto prima alla asl e poi subito in pensione, MAI li avrei fatti stazionare al sanitario... Passano le settimane, come Guardiano ci occupiamo di mantenere la famigliola in pensione e completare la profilassi e all'improvviso, puff!!! tutti quelli che avevano fatto la corsa all'oro per accaparrarsi un cucciolo quando era ancora in strada, non svezzato, non vaccinato, non microchippato, svaniscono nel momento in cui sono finalmente tutti pronti all'adozione. Come sempre arriva in soccorso la mitica Eleonora del rifugio di Seriate che si offre di ospitare tutta la famigliola ma... ma quegli occhi, quello spirito indomito mai svanito, quella sete di libertà ad ogni costo, no... non potevo pensarla circondata forse da mille attenzioni ma avvolta da lacci e laccioli che avrebbero ucciso la sua anima. E così, mentre i suoi figli partivano per la loro opportunità, Roma è diventata un'Ulmina :) e solo chi ha avuto la fortuna di vederla correre, giocare, nuotare, ululare, e perchè no, ogni tanto correrti incontro a chiederti una carezza e a guardarti dritto negli occhi rinnovando ogni volta il suo "grazie" per poi scappare di nuovo verso altre avventure, può capire che abbiamo fatto l'unica scelta possibile: quella giusta.

Il sito utilizza cookie per gestire e personalizzare la vostra esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e sulla relativa rimozione e gestione, consulti la
nostra politica sui cookie. Chiudendo questa notifica o continuando a navigare il sito acconsente all'utilizzo dei cookie.